Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

MIRRORLESS

Dettagli

Inizio:
19 Giugno
Fine:
21 Giugno
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

Cometa Off
Via Luca della Robbia, 47
Roma, RM 00153 Italia
Telefono:
+39 06 57284637
Sito web:
cometaoff.it
Mirrorless - Cometa Off

19, 20 e 21 giugno ore 21

Per partecipare all’evento devi essere socio dell’Associazione Culturale Cometa Off
ASSOCIATI ONLINE BIGLIETTI

 

Lo spettacolo è un atto unico diviso in sette quadri. Ogni quadro racconta l’evolversi delle indagini, e lo fa chiamando in causa implicitamente il pubblico attraverso un meccanismo di evocazione, affidandogli un ruolo diverso ogni volta (uditori di un talk show, audience mediatica, giuria popolare).

Mirrorless - Cometa Off

Mirrorless parla di un giovane meccanico, con una vita anonima, che tornato a casa dal lavoro una sera scopre il cadavere di suo fratello in camera sua. La sua vita cambierà per sempre: travolto dalle enormi attenzioni mediatiche che la vicenda ottiene, viene spinto dall’opinione pubblica a convincersi e a convincere tutti di essere lui l’assassino di suo fratello. Davanti agli occhi dello spettatore, il protagonista passerà dall’essere il timido meccanico di quartiere a un efferato e folle omicida, mentendo a tutti e a sé stesso. La sua versione dei fatti viene di volta in volta arricchita di dettagli con l’avanzare della storia, dalla comparsata in un talk show alla deposizione in commissariato, dal colloquio con l’avvocato all’udienza alla chiacchierata col compagno di cella, fino al tribunale, dove sarà costretto ad affrontare la verità e la propria nemesi.

Con Giovanni Alfieri, Lorenzo Affronti, Simone Ripa.
Testo Sabrina Scansani
Regia Cristiano Ciliberti
Coreografie Simone Ripa

 

Note di regia

Lo spettacolo è un atto unico diviso in sette quadri. Ogni quadro racconta l’evolversi delle indagini, e lo fa chiamando in causa implicitamente il pubblico attraverso un meccanismo di evocazione, affidandogli un ruolo diverso ogni volta (uditori di un talk show, audience mediatica, giuria popolare).
L’opinione pubblica, a cui gli spettatori daranno corpo, indirizzerà tacitamente azioni e parole dei personaggi in scena e verrà a sua volta influenzata da ciò che fanno gli attori.
Mentre si susseguono i dialoghi del protagonista con l’interlocutore di turno (intervistatore, commissario, avvocato, carcerato e giudice, impersonati dallo stesso interprete), intorno a loro un
performer, rappresentazione antropomorfa della Verità, interagirà con gli attori a cui sarà invisibile con movenze da mimo e da slapstick comedy (alla Buster Keaton). Questa Ombra mette in scena gli avvenimenti per come sono davvero avvenuti, contrastando la distorta versione dei fatti raccontata dal protagonista. Il pubblico quindi avrà sempre davanti ai suoi occhi la verità ma sceglierà selettivamente di non vederla, bensì di credere alle parole deliranti del protagonista.
L’apice di questo espediente lo si avrà quando, nel penultimo quadro, la grossa bugia messa in piedi cadrà e con essa la sospensione dell’incredulità: l’attore fingerà di non ricordare più il copione e avverrà una rottura della quarta parete. Sarà lì che, dopo aver interpellato intrinsecamente il parere del pubblico, la Verità prenderà possesso della scena e rivelerà con prepotenza (e con il linguaggio della parola che fino a questo momento gli è stato negato) la sua essenza agli spettatori.
Lo spettacolo ha il pregio di mettere in gioco le diverse abilità degli attori, dalle doti performative a quelle di caratterizzazione dei personaggi e di improvvisazione, in uno stratificato meccanismo metanarrativo in cui ogni singolo attore dovrà destreggiarsi tra tre livelli interpretazione: l’attore in quanto tale, il personaggio che rappresenta e la maschera che dovrà indossare spinto dal sentimento voyeristico dell’opinione pubblica.

Per partecipare all’evento devi essere socio dell’Associazione Culturale Cometa Off
ASSOCIATI ONLINE BIGLIETTI