LE FUGGITIVE

LE FUGGITIVE

di P. Palmade e C. Duthuron

con Patrizia Bellucci e Barbara Begala

Regia Patrizia Bellucci e Barbara Begala

musiche di Fabio Lombardi – luci di Luca Vergoni

 

“Le fuggitive” è una commedia gradevole, intelligente, ricca di spunti ironici e tra le più esilaranti del repertorio del contemporaneo Pierre Palmade, scritta con l’amico Christophe Duthuron.
La pièce, in un solo atto di circa novanta minuti, è arrivata in Italia nel 2009, grazie al regista Nicasio Anzelmo nell’applaudita messinscena con due attrici del calibro di Valeria Valeri e Milena Vukotic.

Al centro della vicenda la storia di due donne che si conoscono in una notte d’estate, facendo l’autostop perché entrambe scappano da una situazione pesante (da qui il titolo “Le fuggitive”), sono due donne di indole molto diversa: la più giovane, Margot, insicura e problematica, l’altra, Claude, ancora positivamente assetata di vita.
Dopo gli iniziali scontri nascerà un’amicizia che porterà loro una nuova coscienza e una rinnovata speranza per il loro futuro.
La storia e quindi lo spettacolo, è scandito da brevi quadri narrativi, con sette scene che, velocemente, ricostruiscono sette situazioni, sette ambienti diversi (la strada statale, il bosco, la fattoria, l’appartamento dell’amica, il cimitero, la prigione, la casa di riposo I Gladioli) nei quali si snoda il percorso delle due donne.
La pièce parte da una notte su una strada statale, dove due donne fanno l’autostop : Margot è in abito da sera e fugge dalla festa per il 18° compleanno della figlia, da 30 anni di vita di casalinga, di moglie e madre repressa; Claude, invece, anziana signora in camicia da notte, scappa dalla casa di riposo “I Gladioli” dove il figlio l’ha abbandonata.
Le due vogliono dare un taglio netto al loro passato, definitivo per Claude, ancora incerto per Margot, che si porta dietro una valigia di cimeli della propria esistenza, che a poco a poco lascerà alle spalle, dando valore alle reali necessità dell’esistere.
Questo loro percorso le porterà, tra scontri, confronti, risate e riflessioni, dalle grinfie di un maschio approfittatore ad un solitario bosco, da una fattoria alla tomba dell’amica di Claude, da un appartamento illegalmente occupato alla prigione e poi alla casa di riposo di Claude.
Le due poi, dopo essersi separate e perse di vista, si ritroveranno e, felici, per la nuova amicizia daranno vita ad una fuga definitiva insieme, con un camper, per una strabiliante avventura in giro per l’Europa.

Spettacolo, come detto, dai mille spunti di riflessione nel raffigurare e dare voce a due donne dei nostri giorni ed alla loro voglia di ribellarsi al presente e di rimettere in discussione la loro esistenza, rivendicando, secondo le intenzioni degli autori Palmade e Duthuron, la libertà assoluta dello spirito e riconquistando il loro spazio.

 

📅 Da Martedì 13 a Sabato 17 Febbraio 2024 alle ore 21.00

📅 Domenica 18 Febbraio 2024 alle ore 18.00

🎟️ Biglietto Intero  :  da definire (+ 💳 tessera associativa di € 2,50) 

 

L’evento è riservato ESCLUSIVAMENTE ai soci di Cometa Off. 

👇 1) ASSOCIATI qui 👇

ASSOCIATI

👇 2) Poi acquista i biglietti ON-LINE 👇

BIGLIETTI

 

 

TEATRO COMETA OFF

Via Luca della Robbia 47 (angolo Piazza Testaccio)

Infoline e prenotazioni : 06 57284637

email : cometa.off@cometa.org

Teatro sanificato nel rispetto delle misure ANTICOVID.