MACBETH

I Giardini di Antares in collaborazione con Giorgio Barattolo

presentano

MACBETH

di William Shakespeare

Traduzione e adattamento a cura di Alessandro Sena

con (in ordine alfabetico) : Stefano Antonucci, Luca Basile, Alessandra Cosimato, Mariné Galstyan, Clara Morlino, Vittoria Rossi, Emanuele Salvati, Francesco Sgrò ed Emanuele Vircillo

Regia di : Alessandro Sena – Aiuto regia: Simonetta Di Coste

Consulenza musiche : Peste – Foto di scena : Nina Kulishova – Tecnici di scena: Gabriele Planamente e Alessandro Laprovitera

 

Debutta in prima assoluta, aprendo la nuova stagione del Teatro Cometa Off, dal 1 al 9 ottobre, MACBETH di William Shakespeare con la regia di Alessandro Sena.
E’ un adattamento moderno quello firmato da Alessandro Sena, che porta in scena uno dei testi più noti di Shakespeare, pubblicato per la prima volta dal grande autore inglese nel 1623.
Il suo Macbeth è un eroe attuale, ostaggio di sentimenti legati ad una grande ambizione, nella continua ricerca del potere personale con i più biechi fini e al conseguente senso di colpa, mai sazio del sangue dei suoi nemici, inquieto nella sua eterna insoddisfazione e animato da una follia omicida.

Una scenografia minimalista ma indicativa di un universo che si muove fra oriente ed occidente, non necessariamente legata ad una epoca distinta, accoglie una regia dinamica costruita attraverso linguaggi multipli in una alchimia di parole, musica e movimenti scenici.
Nove attori si muovono sul palco al servizio di un testo straordinario e particolarmente attuale, quanto mai oggi riflesso dei conflitti odierni, portando in scena personaggi animati da passioni e pulsioni che contribuiscono a realizzare una catarsi nel liberarsi da tutto il male e accogliere il bene che salverà il loro ed il nostro mondo.

Organizzazione Generale: I Giardini di Antares Tel. 339 8784860
Ufficio Stampa : Maresa Palmacci Tel. 348 080 3972 – Email : palmaccimaresa@gmail.com

Biglietto Intero : € 16,00 – Ridotto : € 12,50 (+ tessera associativa di € 2,50)

Biglietti non vendibili ON-LINE

Sabato 1 Ottobre ore 21.00 – Domenica 2 Ottobre ore 18.00

Da Martedì 4 Ottobre a Sabato 8 Ottobre ore 21.00 – Domenica 9 Ottobre ore 18.00.

 

TEATRO COMETA OFF

Via Luca della Robbia 47 (angolo Piazza Testaccio)

Infoline e prenotazioni : 06 57284637

email : cometa.off@cometa.org

Teatro sanificato nel rispetto delle misure ANTICOVID.

Per partecipare all’evento devi essere socio dell’Associazione Culturale Cometa Off

ASSOCIATI

L’AMORE DIETRO OGNI COSA

Dal 21 al 24 novembre 2019
Da giovedì a sabato ore 21, domenica ore 18

Biglietti non disponibili online: per info chiama 06.57284637

Per partecipare all’evento devi essere socio dell’Associazione Culturale Cometa Off

ASSOCIATI

 

“L’amore dietro ogni cosa”
Tratto dall’omonimo libro di Simone De Matteo

Adattamento teatrale di Simone De Matteo, Barbara Bricca, Guido Del Vento, Gabriele Planamente
Con Alessandro Di Marco, Barbara Bricca, Cristina Colonnetti, Antonio De Stefano, David Mastinu, Gabriele Planamente

regia Guido Del Vento

“L’amore è dietro ogni cosa. Non c’è errore se si segue l’amore”

“Visionario disorientante e profondamente catartico, i sei personaggi in scena non sono in cerca di un autore, bensì dell’amore e del tempo per viverlo. Una messa in scena di livelli e di livello; vorticosamente emozionante.” Silvia Mattina- Periodico Italiano Magazine.

Dopo il successo di critica e pubblico al Fringe festival di Roma, L’amore dietro ogni cosa torna in scena al Cometa Off.
Simon, alle soglie della mezza età, non è ancora riuscito a superare ed elaborare l’abbandono del padre avvenuto durante l’adolescenza. Un padre forte, forse ingombrante, che ha insegnato al figlio che l’amore vince su tutto, che l’amore è, al di là di tutto, dietro ogni cosa. Simon reagisce a quest’abbandono rifugiandosi in un fare compulsivo, fino a che arriva qualcosa a fermarlo. Perché, prima o poi, qualcosa ti ferma, che tu lo voglia o no, che tu sia pronto o no. Caduto in coma, l’uomo ripercorre la sua vita, le scelte sbagliate, gli amori folli, le dipendenze affettive, i rifiuti. Simon rivive, in sostanza, l’amore. A ripercorrere questi episodi, attraverso accenti comici, profondi, grotteschi e di riflessione esistenziale, saranno per lui i suoi pensieri, declinati in cinque forme diverse. Passando per fasi di gioco, di confusione, di lotta, di sostegno, di giudizio e di incontro, Simon capirà che tutto quello che ha fatto, lo ha fatto per amore. Soltanto in questo momento, dopo essersi riconciliato con gli insegnamenti del padre, Simon si sentirà pronto per un passaggio superiore.

Tratto dall’omonima raccolta di racconti di Simone De Matteo edita da DrawUp, già insignita del Premio per la Letteratura durante l’evento “L’arte dice no alla violenza”, organizzato al Centro Espositivo Elsa Morante da A.I.D.E. Nettuno con il Patrocinio di Roma Capitale, questo testo, adattato per la scena da Simone De Matteo, Barbara Bricca, Gabriele Planamente e da Guido Del Vento, che ne cura anche la regia, è, fondamentalmente, un inno all’amore. La regia di Guido Del Vento, dinamica e visionaria, trascina lo spettatore nell’universo interiore di Simon, e quindi dell’autore stesso, come in una sorta di Oz della mente, in cui si incontrano le passioni e le paure che, con ogni probabilità, fanno parte di ognuno di noi.

Per partecipare all’evento devi essere socio dell’Associazione Culturale Cometa Off

ASSOCIATI